The Company

Ciao a tutti,

di ritorno dalla 2 giorni romana, vorrei mandare un ringraziamento speciale all’organizzazione.

Non sono dei “promoter professionisti”, sono una splendida associazione culturale, ma dovete sapere che hanno profuso talmente tanto impegno e forza di volonta’ in questa impresa che tutti loro hanno ricevuto i complimenti da parte di tutti, a cominciare dalla promoter per continuare con il pubblico e per finire con i complimenti veri e sinceri di Yatta (che per chi non sa chi sia, e’ il tour manager di Fish. E Yatta e’ come il “notaio singor-no di Mike Bongiorno).

Non e’ stato facile….. prima la notizia dell’annullamento del tour inglese a causa della chicken-pox di Robin Boult (notizia che ha fatto vacillare i cuori di tutti), poi la notizia del sequestro del teatro, poi il cambio di venue, poi le decine di email pervenute per chiedere chiarimenti, poi il fatto di fronteggiare alcune richieste di rimborso del biglietto.

Ah e mi sono dimenticato dei ben 2 cambi di tastierista, con Andrea che mi telefonava chiedendomi : “e chi diavolo e’ Mike Varty” e poi “e chi caspita e’ John Beck”, ma la mia faccia e’ sempre stata quella di una mucca che guarda un treno passare…. salvo poi scoprire su google chi fossero i 2 singori, e che forse gia’ dal primo cambio di tastierista, di li’ a breve avremmo avuto notizie ufficiali da Fish…. e cosi’ e’ stato.

Diciamo che gli scambi di email tra me e Andrea di mezzanotte o le telefonate notturne sono sempre state piene di momenti di “tensione”.

E poi, solo POCHISSIMI di voi sanno che la sera prima del concerto…. lo sciopero di Ryanair a Fiumicino e Ciampino stava per tirare un brutto scherzo: tutta la band gia’ a Roma e Fish bloccato in Germania a causa dello sciopero con un bel “UNDEFINED DELAY” sullo schermo.
Il suo volo e’ poi arrivato alle 01:15 del mattino.

E alla fine tutto e’ andato per il meglio: il concerto si e’ tenuto in un posto che (a mio parere) e’ stato DECISAMENTE PIU’ ADATTO ad un concerto rock. Gli stessi Fish, Yatta e Shaun (detto anche FTC, il rosso rasta gallese al desk) sono stati favorevolmente impressionati dal tipo di locale che si sono trovati di fronte.
Tutta la band era contenta, e ben disposta, e un Fish di ottimo umore e’ stato portato in giro per Anzio e Nettuno dai ragazzi di Inversione a U in visita a diversi monumenti in ricordo della liberazione e dello sbarco degli americani.
Credo che Mario non vendera’ mai piu’ la sua Citroen Picasso dopo che ha avuto Fish seduto al suo fianco per diverse ore !!

Il cambio di venue e’ stato gestito alla grandissima, grazie al servizio navetta che – se devo dirla tutta – avrei PAGATO per utilizzare: il furgone VolksWagen anni 70 (anzi e’ del 68) perfettamente ristrutturato in originale e’ stata un’idea eccezionale, ed ha funzionato tutto alla perfezione.

Perfezione teutonica, aggiungerei, dato che ben 3 tedeschi sono venuti dalla Germania ad Aprilia (2 di loro in modo del tutto indipendente, utilizzando la navetta), e tutto e’ filato liscio.

Ma oltre ai tedeschi, vorrei ringraziare ancora tutti quelli che si sono sobbarcati qualche centinaio di km: The Company Sicily (in 5, ma se non ci fosse stato lo sciopero di Ryanair sarebbero arrivati in 8), gli amici dalla campania, da venezia (in moto !!) , un certo signore DAPPISA (da Pisa) da Ravenna, da Milano, dalle Marche, dalla Toscana, dalla Liguria e dalla Puglia e spero di essermeli ricordati tutti !

E poi un enorme grazie al pubblico di Aprilia e di Roma, che ha portato i numeri ad una bella risposta di circa 300 presenze in sala, sala che poi risultava con un buon colpo d’occhio.
E tenete in considerazione che Fish aveva gia’ annunciato il ritorno a Roma a Novembre….. grazie ancora a tutti i romani: avete fatto bene…. la scaletta di Novembre sara’ molto probabilmente diversa (questa che avete ascoltato e’ al 90% identca al tour Feast di fine 2013).

Infine, una parte “personale” del post:
– Un grazie alle parole di Davide e di Fabio (io vado avanti, sempre col sorriso come dice Fabio…. tant’e’ che anche Steve Vantsis mi ha soprannominato Smiley orami da quando e’ rientrato nella band)
– Un abbraccio ai miei compagni di TCI che sono venuti giu’ dal giorno prima (Dario, Fabio e SVEN – che e’ tedesco, ma e’ un ospite d’onore che, vi assicuro, porta gli italiani e TCI in palmo di mano in mezza europa)
– Un abbraccio anche al #2 di TCI (Andrea) che non e’ potuto essere dei nostri perche’ la delocalizzazione del lavoro ha quasi colpito anche lui, ma forse ora ha vinto questa battaglia e a Novembre sara’ della partita italiana e polacca: Andrea, Shaun e Sven hanno detto che quando uno di noi 3 manca non e’ la stessa cosa ! Un abbraccio anche da loro.
– Un grazie enorme a Daina, che comunque ci crede sempre e comunque !
– E il piu’ grande grazie per questa esperienza va ancora a Andrea Sadocco, Mario, Francesco e Fabio : l’organizzazione di Inversione a U che sognava dagli anni delle superiori di portare Fish ad Aprilia (e ce l’hanno fatta egregiamente), che ha permesso a noi di TCI di avere una piccola parte nell’evento e di poter fare qualcosa per i nostri iscritti.

Non parlo del concerto in se’, perche’ sono di parte e il mio giudizio e’ assolutamente privo di obiettivita’….

Gianluca Petri

Condividi...Email this to someoneShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedInPrint this page

Potrebbe piacerti anche...